Valle d’Aosta

I primi vigneti sul territorio della Valle d’Aosta sono apparsi già ai tempi degli antichi romani. Da allora, per secoli è stata una lotta con le condizioni climatiche avverse e il terreno difficile da coltivare. Nonostante le grosse difficoltà, i viticoltori sono riusciti a organizzare con successo la coltivazione della vite. Poiché la zona è molto montagnosa, i vigneti qui si trovano solo lungo il fiume Dora Baltea, da Pont-Saint-Martin, che al confine con la regione Piemonte, fino a Morgex, che si trova ai piedi del Monte Bianco. In generale, le condizioni naturali della zona favoriscono poco la coltivazione della vite – il clima rigido, il forte vento e una piccola quantità di precipitazioni.

I produttori locali, grazie alla grande tenacia, sono riusciti a perfezionare e adattare la coltivazione di molte varietà di vite, che riescono sopravvivere nelle dure condizioni naturali, inoltre qui crescono diverse varietà di vitigni classici.

Al confine con la regione Piemonte, il vitigno più diffuso è Nebbiolo, dal quale nel comune di Donnas i viticoltori producono un ottimo vino. Nella parte centrale del territorio prevalgono le varietà di Moscato, Prie Blanc, Petit Rouge, Petite Arvine, Fumin, Neyret, Gamay, Chardonnay e Pinot Nero. Infine il Blanc de Morgex – varietà che cresce in difficilissimi condizioni climatiche, dando prova di un «miracolo» umano di perseveranza e impegno. Questo straordinario vitigno è l’unico nel suo genere.

Chi ha mai provato i vini della regione di Valle d’Aosta, non dimenticherà mai il loro gusto fantastico!

Tour Valle d'Aosta


Condividi in social
error: Контент данной страницы защищен от копирования!